stampata il :
25/09/2022

 

Rocca San Zenone-Cecalocco-Battiferro, 18 dicembre

Oggi facciamo uno dei giri preferiti di Maurizio, perchè si parte a piedi da Rocca San Zenone. Partiamo dal parcheggio della nuova chiesa di via Trevi e saliamo per la ripidissima stradella del Bolzello, che ci porta a San Bartolomeo, dove imbocchiamo la Lavorata, vecchio stradone che porta a Cecalocco. Maurizio conosce tutti i sentierini che tagliano, accorciano, aggirano....insomma se non li conosci ti perdi.Sono venute le Daniela N. e Daniela P., con cui ricordiamo le passeggiate in Sardegna di 2 anni fa quando portavo la gente a spasso per Capo Ferrato.Ci sono anche le gemelle Laura e Maura, Marco V. ,Sauro, Lamberto e Simonetta. Tutto l'intinerario si snoda in sentieri dentro al bosco e prima di arrivare a Cecalocco incrociamo il solito Roberto( il camminatore solitario della Rocca) ; non entriamo nel paese ma attraversiamo un castagneto con dei castagni secolari enormi! Veramente bello. Passati sotto Battiferro imbocchiamo il sentiero del fosso di Maccaiano, che praticamente ti riporta fino al Serra. Il torrente porta parecchia acqua, tant'é che per attraversarlo bisogna passare su di un ponticello un pò tremolante che mette qualche timore. Rientriamo prima del previsto, in modo da garantirci un pranzo comodo.